Gruppo di musica etnica e tradizionale della Romagna

L’Uva Grisa nasce a Bellaria Igea Marina (RN) nel 1981 come esperienza artistica, di ricerca e aggregazione intorno alla cultura tradizionale della Romagna. Il suo lavoro è rivolto alla conoscenza critica e alla pratica degli antichi repertori di musica, canto e danza; alla valorizzazione dei modi espressivi della cultura orale e le forme di socialità ad essi legate
Visitatore n. 2513

“Abbasso l’acqua, evviva il vino!!” Canti satirici e d’osteria, e balli tradizionali raccolti in Romagna, con un profilo biografico dell’Uva Grisa – gruppo di musica etnica e tradizionale della Romagna

“Abbasso l’acqua, evviva il vino!!” Canti satirici e d’osteria e balli tradizionali raccolti in Romagna,

con un profilo biografico dell’Uva Grisa – gruppo di musica etnica e tradizionale della Romagna”,  di Gualtiero Gori.

 L’esperienza dell’Uva Grisa: un’autobiografia individuale e collettiva

Sono due libri in uno quelli che possiamo sfogliare tra queste pagine. Il primo è sui canti d’osteria, in continuità con i precedenti quattro volumi che Gualtiero Gori ha pubblicato gli scorsi anni, prima presso Panozzo di Rimini e poi presso La Mandragora di Imola e che il lettore trova elencati nelle prime pagine di questo volume. Tutti erano corredati da un cd, come lo è questo, che contiene registrazioni dell’Uva Grisa e dei musicisti tradizionali con cui il gruppo ha costruito un lungo rapporto di scambio reciproco. Chi ha letto o sfogliato i libri precedenti, o solo ascoltato i cd allegati, era in attesa di questo quinto volume. Ma l’imminente quarantesimo anniversario dell’Uva Grisa, che si festeggerà nel 2021, ha convinto Gualtiero a scriverne un secondo, per riflettere sulla storia e sulle molteplici attività che l’Uva Grisa ha portato avanti negli anni. E poiché seduti a tavola con un buon bicchiere di vino si canta e si ragiona, non si poteva immaginare una continuazione più appropriata all’atteso volume sui canti d’osteria: una documentatissima e matura riflessione sulla nascita e sull’esperienza di questi primi quarant’anni.

Cristina Ghirardini

Il libro, partendo da una ricerca sui canti d’osteria, presenta alcune incursioni nelle problematiche legate alle forme storiche del revival di musiche, canti, danze della tradizione popolare nel contesto romagnolo e nazionale, dai primi decenni del Novecento ai giorni nostri. Vengono proposti documenti storico-letterari e socio-antropologici, osservazioni dirette e trascrizioni di incontri con testimoni portatori della tradizione, raccolti in Romagna dal 1980 ad oggi. Il lavoro nasce dall’esperienza di ricerca e rielaborazione di musiche, canti e danze della tradizione locale, che Gualtiero Gori da quarant’anni porta avanti insieme all’Uva Grisa, quale direttore artistico.

Una parte importante del volume è dedicata alle motivazioni e al cammino percorso dall’Uva Grisa, dalla sua nascita agli sviluppi odierni.  L’autore, con un taglio autobiografico corredato da diari, documenti e annotazioni, delinearle principali fasi di vita del gruppo, le sue scoperte, i diversi itinerari seguiti, le figure e i momenti più significativi della sua storia.

Al libro è allegato un cd che contiene diciotto brani di musica tradizionale (canti e danze strumentali), alcuni interpretati dall’Uva Grisa, altri, provenienti dalle registrazioni di ricerca, eseguiti da cantori e suonatori popolari.

Brani contenuti nel Cd allegato

  1. Abbasso l’acqua! (Il sangue non è acqua)
  2. Lunedì in poi (La settimana)
  3. La settimana del gran lavoratore
  4. Vieni con me sul mar
  5. Ballo dei gobbi di Sassocorvaro
  6. Quand’ero Monaca
  7. Addio cara Cornelia
  8. Oh che bella la Caterinella
  9. Andem a Cuba!
  10. Viene l’aprile (Le quattro stagioni – Il lamento del carcerato)
  11. Dino, Valzer
  12. Scrivo una letterina (La canta di Cantoni)
  13. Furlana di Strigara
  14. Pellegrin che vien da Roma
  15. E quando muoio io
  16. Polca di Geranti
  17. I dis che i prit j è galantóman (storiella)
  18. Quadriglia di Pietracuta