Gruppo di musica etnica e tradizionale della Romagna

L’Uva Grisa nasce a Bellaria Igea Marina (RN) nel 1981 come esperienza artistica, di ricerca e aggregazione intorno alla cultura tradizionale della Romagna. Il suo lavoro è rivolto alla conoscenza critica e alla pratica degli antichi repertori di musica, canto e danza; alla valorizzazione dei modi espressivi della cultura orale e le forme di socialità ad essi legate

Warning: fread(): Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.uvagrisa.it/home/wp-content/themes/uvagrisa/template/header.php on line 33
Visitatore n.

Il Veglione di Sant’Apollonia

Il Veglione di Sant’Apollonia (E’ Vigliòun dla Pulogna) era la festa con la quale Bellaria, borgata metà contadina e metà marinara, nei pressi di Rimini, celebrava la ricorrenza di Apollonia, la sua Santa Patrona. Fin dai primissimi anni del ‘900 Il “Veglione”  attirava tutta la gioventù dei paraggi. A ricordarlo nella memoria del paese è rimasto ancora il detto: “Chi vuol veder le donne belle di Bellaria venga (o vada) alla Festa di Santa Apollonia, …ch’al porta la bàorga, …che portano la bàorga ovvero il vistoso bordo di pizzo col quale le giovani abbellivano le sottogonne.

A suonare nel veglione c’era Carlo Brighi, detto Zaclòin, l’Anatroccolo, (1853-1915), violinista, compositore e capo della più rinomata orchestra da ballo della Romagna. Brighi era andato ad abitare a Bellaria dalla vicina Fiumicino, frazione compresa fra Savignano sul Rubicone e Gatteo, dove era nato, per allestirvi una sala da ballo stabile, o meglio: “Il Capannone Brighi”, che il periodico “La Vita Nuova” del 13 agosto 1899 descrive come “una semplice struttura coperta da un tendone dove suona un’orchestra degna di una sala dorata”. Quel capannone è rimasto immortalato da una foto scattata al suo interno nel pieno di una festa da ballo.

Così, in occasione della festa patronale del 1992, promossa e organizzata dal Laboratorio di documentazione e ricerca sociale del Comune di Bellaria Igea Marina, diretto da Gualtiero Gori,  si è data nuova vita allo storico Veglione che da allora, ogni anno, l’Uva Grisa continua a riproporre e organizzare in luoghi e sedi diverse.

Per l’Uva Grisa è l’occasione migliore nella quale proporre in modo più esteso il repertorio di musiche da ballo della tradizione popolare romagnola in gran parte scaturito dalle proprie ricerche. E’ consuetudine, tuttavia, avvalersi anche di altre formazioni chiamate ad eseguire repertori di musiche da ballo di altre tradizioni.