Gruppo di musica etnica e tradizionale della Romagna

L’Uva Grisa nasce a Bellaria Igea Marina (RN) nel 1981 come esperienza artistica, di ricerca e aggregazione intorno alla cultura tradizionale della Romagna. Il suo lavoro è rivolto alla conoscenza critica e alla pratica degli antichi repertori di musica, canto e danza; alla valorizzazione dei modi espressivi della cultura orale e le forme di socialità ad essi legate

Warning: fread(): Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.uvagrisa.it/home/wp-content/themes/uvagrisa/template/header.php on line 33
Visitatore n.

Canti

Canti narrativi, satirici, canzonette popolari, serenate…

Incipit/Titolo

Angelina bell’Angelina
A sem avnu a fe l’insereneda/Veneziana
A son sol
Abbasso l’acqua
Addio cara Cornelia
Agl’era tre sureli/La pesca dell’anello
Alla Mattina
Alla visita alla visita ragazzi
Andem a Cuba
Angelina bell’Angelina
Antonio Bughi
Aprite la finestra
Attenti attenti che la tromba suona
Barcaiolo
Battista ha un’amore di sposina
Bella sei nata femmina
Buon di buon giorno/Tentazione
Cecilia
Chi con le donne vuole…
Cosa mangiò la sposa?/La cena della sposa
Dammi di un ricciolo
Dammi, Fernanda, i tuoi baci!
Di nome son chiamata Teresina
Di una bella graziosa fanciulla
Di una ragazza Angelica
Donna lombarda
Dov’è stata la Rumagnola
E c’era una frate
E prit dla cisa nova
E quando la Ciociara
E sulla riva dello mare/La pastora e il Lupo
E’ inutil di fuori ch’io canto
Elsa
Era di maggio
Eran Le sei
Fe la nana/ Ninna Nanna
Fermate amici miei
Gina mia
Gioventù per tu memoria (sono un gobbo vecchio e storto)
I buoni amici
Il 29 Giugno
Il cielo è una coperta ricamata
il Cioccapiatti
Il giorno di tutti i santi
Il merlo ha perso il becco
Il prete entra in camera
Io sono un pescatore
Ippocampo
L’Ornella
L’Ultimo giorno di carnevale/ La sposa e il vecchio
La Giannina
La Guerriera
La Madunoina la s’aveia vi
La Marcellina
La mia madre l’è una Contessa
La povera Giulia
La settimana del Lavoratore/La Leggera
La sposa morta 1
La Vecia
La Vigna
Le dieci son di sera
Malizioso
Mamma mia mi sento malata
Mamma non mi mandar fuori di sera
Martino Marianna
Mia bella Teresina ti fo la serenata
Nascosto fra le piante
O che bella la Caterinella
O sposina bella sposina
Oh Campagnola
Oh miei signori c’ascolterete (Il fatto di Pesaro)
Olandesina
O Luigi tu dormi
Quand’ero Monaca/La Monaca
Quando l’Italia entrava in guerra
Rondinella pellegrina
Serenata di S. Agata
Serenata di Tpselli
Sono un gobbo vecchio e storto
Sor Capitano mi dia congedo
Sor Commissario
Sturnél
Torero
Txoria Txori
Un giorno la Cesira
Una rondine al nido
Venezia tu sei bella
Vieni con me sul mar
Vieni nel mio giardino

Canti rituali

Ciclo Natale – Epifania
A Cesare
Dove vai Regina
Fermarono i cieli
I Tre Lorienti
In questa Santa Notte dell’Oriente – La Stella
La Pasquella
Maria lavava Giuseppe stendeva
Oh giorno d’allegrezza – Novena di Natale
Pastorella Siciliana
San Giuseppe la Madona/Viaggio a Betlemme
Sveglia Pastore
Tre Re Magi dall’Oriente
Vo girand per le osterie

Calendimaggio
Maggio delle Anime di Casola Valsenio

Canti politici e sociali

Risorgimento
Camicia rossa garibaldina (1860)
Ciapa Cialdini
E a Roma a Roma
E quando muoio io (canto anarchico socialista con richiamo a Mazzini, Garibaldi, Campanella e Malatesta e la Comune 1870)
Fratelli d’italia (1847)
I tedeschi per Ravenna
Io vorrei che Metternicche (canto dei volontari toscani del 1848)
O Venezia (periodo repubblica romana) SOL
Or che innalzato è l’albero (Periodo napoleonico 1897 – 1814)
Scrivo una letterina (La canta di Achille Cantoni, garibaldino forlivese deceduto nella battaglia di Mentana 1867)

Anarchismo, Socialismo, del lavoro
Canti alla stesa
Caserio
Gli Scarriolanti
Mamma mia tenim a ca’ (conto sociale del primo decennio del 900)
Noi vogliamo l’Uguaglianza
Padrone mio
Partono gli emigranti
Va là, là Pepìn (conto sociale del primo decennio del
Viene l’aprile/Le quattro stagioni/Il lamento del carcerato

Resistenza, Antifascismo
Basta col manganello
Di Silberne Khasene-Bella Ciao
E quei briganti neri
Festa d’aprile (canto del 1948, ispirato alla resistenza)
O Duce Duce
Stoppa e Vanna