Gruppo di musica etnica e tradizionale della Romagna

L’Uva Grisa nasce a Bellaria Igea Marina (RN) nel 1981 come esperienza artistica, di ricerca e aggregazione intorno alla cultura tradizionale della Romagna. Il suo lavoro è rivolto alla conoscenza critica e alla pratica degli antichi repertori di musica, canto e danza; alla valorizzazione dei modi espressivi della cultura orale e le forme di socialità ad essi legate

Warning: fread(): Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.uvagrisa.it/home/wp-content/themes/uvagrisa/template/header.php on line 33
Visitatore n.

Rimini, Racconti di Veglia

Giovedì 23 maggio

Sala del Centro Sociale I Sempre Giovani, via Pintor 7/b – Rimini, ore 20,45

RACCONTI DI VEGLIA
Storie burlesche e boccaccesche, fantastiche, di magia e di paura, nate e
dette in dialetto

L’Uva Grisa, Gruppo di musica etnica e tradizionale della Romagna.

nell’ambito del ciclo:

Di voce in voce, la vita
Breve excursus nella poesia in dialetto del sud della Romagna
introdotto e curato da Ennio Grassi con letture di Pier Paolo Paolizzi e di
autori di raccolte poetiche in dialetto

_FED2253

PRESENTAZIONE

I componenti dell’Uva Grisa che consideriamo dialettofoni, cioè che sin da piccoli padroneggiano la lingua dialettale, mettono in campo storie che hanno appreso da bambini, spesso nelle veglie, raccontate dai grandi.

La narrazione rivolge uno sguardo al mondo popolare dei dicitori, dei comici di paese, delle burle, degli scherzi, che si esprimeva nelle veglie, nelle osterie, in ogni occasione quotidiana ritenuta propizia. Il cuore dello spettacolo è da individuare in quell’attitudine che avevano un tempo molte persone di intrattenere gli altri e ridere di tutte le situazioni della vita rendendola più “gaia e relativa”.

“Racconti di veglia” riprende uno dei primi filoni di ricerca dell’Uva Grisa avviati nel 1981 legati alla cultura popolare, quello delle veglie, delle forme espressive e del tipo di socialità che si sviluppava al loro interno. Su questi materiali, canti e racconti, realizzammo i primi due spettacoli teatrali: Ballate Baruffe e Marinér (1982) e Fura chi cheld dròinta chi Giazé  (1985 e 1986).

La sua costruzione è avvenuta in modo abbastanza libero e spontaneo; nel corso di un anno ci siamo ritrovati di tanto in tanto, sollecitandoci vicendevolmente a raccontare, rievocare quelle storie di paese comico-grottesche; mettendole assieme sono nati dei piccoli quadri tematici sulla magia e i guaritori, gli odori, le baruffe matrimoniali, i preti e i frati, le favole, le apparizioni, il mondo dei vivi e dei morti ecc…

Prima ancora di elaborarne i contenuti ci siamo posti l’obiettivo di realizzare una forma di spettacolo che si potesse rappresentare negli spazi privati, domestici. Pertanto questo progetto di narrazioni – che di volta in volta sviluppa temi differenti può essere rappresentato nelle case private di chi desidera “offrirlo” ai propri amici.

I narratori della serata sono Domenico Bartoli, Gilberto Casali, Pierluigi Ottaviani e Loris Casadei, che si mostreranno in una veste inedita. Ciascuno di loro racconterà le proprie storie nel modo che gli è più naturale, quello col quale le ha sempre raccontate agli amici nelle situazioni informali, in sostanza ciascuno reciterà se stesso.

Ogni quadro è inframmezzato da alcuni canti tradizionali, che nel repertorio dell’Uva Grisa sono inediti o eseguiti raramente. I cantori sono Gualtiero Gori, Mirco Malferrari, Lucia Mazzotti.

 

Ingresso libero

La rassegna è promossa e organizzata da Università Aperta Rimini:
tel. 054128568 ∙ fax 054122323 mail: segreteria@uniaperta.it
lunedì ore 10-12; da martedì a sabato ore 10-13
via Gambalunga 74 – Rimini www.uniaperta.it – www.unistrada.it