Gruppo di musica etnica e tradizionale della Romagna

L’Uva Grisa nasce a Bellaria Igea Marina (RN) nel 1981 come esperienza artistica, di ricerca e aggregazione intorno alla cultura tradizionale della Romagna. Il suo lavoro è rivolto alla conoscenza critica e alla pratica degli antichi repertori di musica, canto e danza; alla valorizzazione dei modi espressivi della cultura orale e le forme di socialità ad essi legate

Warning: fread(): Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.uvagrisa.it/home/wp-content/themes/uvagrisa/template/header.php on line 33
Visitatore n.

Bellaria Igea Marina: La Borgata che danza. Festival di strada di musiche della tradizione orale XXVII

17-18-19 maggio 2019

Bellaria Igea Marina

LA BORGATA CHE DANZA 27a edizione

Festival di strada di musiche della tradizione orale

Direzione artistica: Gualtiero Gori

“La Borgata che danza”, conosciuta a Bellaria Igea Marina anche come “Festa della Borgata”, è un festival dedicato alle antiche forme di musica popolare, in particolare quelle tramandate attraverso i modi della comunicazione orale e visiva senza l’ausilio della scrittura; un universo sonoro che l’UNESCO annovera nel patrimonio culturale immateriale, incoraggiando gli artisti tradizionali e i creatori locali, gli enti pubblici, le comunità a identificare, salvaguardare, rivitalizzare e promuovere.

Il Festival si propone di riscoprirne il significato nei contesti attuali, chiamando a confronto realtà emiliano-romagnole impegnate nello studio, nella pratica e nella valorizzazione dei repertori musicali e coreutici tradizionali locali, o di altre culture presenti nella regione.

PROGRAMMA

Venerdì 17 maggio

Osteria da Guiròin, Via Romea, ore 21

I Musicanti Dla Bàsa presentano Tèra Moja,

la loro prima opera discografica.

Sabato 18 maggio

Via Romea, ore 17 – 19

Primipassi Esercitazioni su alcune danze tradizionali del Veneto

A cura di Attilio Baccarin e Arianna Rossetto, accompagnati da Donatella Viri, armonica diatonica, e Claudio Bernardi, fisarmonica cromatica e chitarra.

GIROTONDO, dalle ore 20,30 alle 23,45

Nelle osterie incontri in libertà con i gruppi: Lunanoa (Puglia, Romagna), Arco Orobico & Aleghèr di Dossena (Bergamo), L’Uva Grisa (Romagna), Alibanda (Romagna), Duo Donatella Viri e Claudio Bernardi – Banda del Ciòn (Veneto), Organetti di Montalto (Marche, Romagna), Musicanti dla Bàsa (Lombrdia, Emilia), I Musetta e gli Amici delle Valli Piacentine (Emilia).

BALLOINPIAZZA,

Via Romea

ore 19,30 Lunanoa

ore 21 Arco Orobico & Aleghèr di Dossena

ore 22,30 – 24 Musicanti d’la Bàsa

Ore 24

Parata musicale

Tutti i suonatori, a tempo di musica, si recano in corteo al Teatro Astra, percorrendo le vie Romea, Ionio, Tirreno, Paolo Guidi.

ore 00,30 – 1,30

Teatro Astra, viale P. Guidi 77/e

L’INSERENATA Canti d’amore notturni con i cantori di tutti i gruppi.

 

Domenica 19 Maggio

Biblioteca “Alfredo Panzini”, Via Paolo Guidi 108, (primo piano) ore 11

TRADERE: Il ballo popolare nel veneto, fra tradizione documentata e pratica folk urbana

Riflessioni sul rapporto fra pratica del ballo e cultura di un territorio, con riferimento all’area veneta.

A cura di Attilio Baccarin, con la partecipazione di Donatella Viri e Claudio Bernardi

Via Romea, ore 17

Inaugurazione nuove opere nella “Galleria d’arte a cielo aperto”

a cura del Comitato Borgata Vecchia

Osteria da Guiròin, Via Romea, ore 17

TRADERE: La Mascherata: aspetti del carnevale di Dossena (BG)

Incontro con gli Aleghèr di Dossena, a cura di Vittorio Grisolia

Via Ionio, ore 17, 30 – 20

La Compagnia le pu-pazze presenta

Storie di una volta

Storie della tradizione romagnola rivisitate e animate con oggetti. Storie che ci trasportano ai tempi dei nonni e dei cantastorie.

Osteria da Guiròin, Via Romea, ore 18,30

Voci del dialetto

Presentazione del libro “… tata tata e spizirì – Paroli e módi ad döi de’ mi dialèt”, di Marcella Gasperoni.

Piccolo glossario del dialetto di Bellaria Igea Marina. Partecipano l’autrice e Gianfranco Miro Gori

BALLOINPIAZZA, Via Romea

ore 17,30 Vagatrio

ore 18,30 Banda del Ciòn e Duo Donatella Viri e Claudio Bernardi

ore 20 I Musetta

ore 21,00 Orchestrina Fratelli Semeraro

ore 22,30 L’Uva Grisa

GIROTONDO dalle ore 20,30 alle 23.

Nelle osterie incontri in libertà con i gruppi: Orchestrina Fratelli Semeraro (Puglia, Emilia, Francia), L’Uva Grisa (Romagna), Duo Dontella Viri – Claudio Bernardi e Banda del Ciòn (Veneto), Organetti di Montalto (Marche, Romagna), I Musetta e gli Amici delle Valli Piacentine (Emilia), Trio Iftode (Romania, Romagna); Vagatrìo (Campania-Marche), Duo Francesco Cavuoto e Cesare Groccia (Puglia, Calabria, Romagna).

Sabato 18 e domenica 19 maggio, dalle 19,30 alle 23

BORGOSTERIA nei cortili e sulle strade, angoli di gastronomia domestica,

a cura del Comitato Borgata Vecchia, del gruppo Agl’Azdàori dla Burgàeda, di Fabrica Cocktails e Cucina.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti. Il programma può subire variazioni.

In caso di maltempo gli spettacoli si terranno al Teatro Astra.

Presso il Punto informativo del Festival (19 e 20 maggio, dalle 18 alle 24) sono disponibili cd, editoria ed altri materiali prodotti dai gruppi partecipanti.