Gruppo di musica etnica e tradizionale della Romagna

L’Uva Grisa nasce a Bellaria Igea Marina (RN) nel 1981 come esperienza artistica, di ricerca e aggregazione intorno alla cultura tradizionale della Romagna. Il suo lavoro è rivolto alla conoscenza critica e alla pratica degli antichi repertori di musica, canto e danza; alla valorizzazione dei modi espressivi della cultura orale e le forme di socialità ad essi legate

Warning: fread(): Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.uvagrisa.it/home/wp-content/themes/uvagrisa/template/header.php on line 33
Visitatore n.

Rimini: Laboratorio di danze tradizionali (Terza parte)

Giovedì 9 aprile 2020

Rimini, Centro Sociale Autogestito Grotta Rossa, Via della Lontra, 40

LABORATORIO DANZE TRADIZIONALI (terza parte)

a cura dell’Associazione culturale L’Uva Grisa,

in collaborazione con l’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) Rimini.

Il laboratorio propone un approccio conoscitivo diverso, speciale: al buio, che sarà di grande stimolo anche per chi già conosce queste danze.

Docenti: Roberto Bianchini, Angela Leardini, Giorgia Nespoli, Giuseppe Scandiffio, Catia Talacci

Il Laboratorio si articola in 3 incontri, dalle ore 21 alle ore 22,30 , in data 9-16-23 Aprile.

Al termine del laboratorio, I partecipanti, saranno invitati a partecipare a una festa da ballo sul territorio romagnolo

con musica dal vivo eseguita dall’Uva Grisa.

Ballare, seguire il ritmo, lasciarsi andare alla musica, cosa c’è di meglio che farlo al buio?!

I partecipanti saranno invitati a chiudere gli occhi per lasciarsi andare e muoversi seguendo il ritmo della musica.

Danzare, senza contare sulla vista, ma affidandosi esclusivamente a tatto e udito, in armonia con la musica e con il gruppo, sciogliendo il corpo nei movimenti, producendo benessere, consapevoli dei propri limiti e dei limiti dell’altro, cercando di superarli, con l’aiuto dell’altro, per crescere insieme nel ballo.

Ballare insieme per creare una comunità, un contesto intimo e di fiducia dove le persone possono sperimentare modi diversi di conoscere e di conoscersi. Al buio tutti possiamo rendere più sensibile e ampia la percezione dell’ambiente circostante, possiamo aprirci alla relazione e all’ascolto dell’altro. E’ l’incontro, l’andare uno incontro all’altro, deporre le armi, non avere paura gli uni degli altri, in nulla.

Il laboratorio si attiverà a partire da un minimo di 10 iscritti: preiscrizione obbligatoria entro l’8 aprile 2020

info 338 246 6821 – e-mail gori.gualtiero@gmail.com